Sfumare

Venerdì 1 Dicembre 2017 ore 18.30
presso Spazio Parini
Apertura della mostra Il Dedalo dell'Io con l'atto performativo Sfumare

Regia: Lena Rumy
Interpreti: Federica Bonelli e Lena Rumy
Drammaturgia: Federica Bonelli e Lena Rumy

“SFUMARE” è una performance pensata come un evento funzionale ad un esposizione pittorica “reale”: questo imput ha permesso di cogliere l'occasione di affrontare il tema dell'artista contemporaneo di oggi, e soprattutto dell'artista giovane e emergente (quando riesce). In questo modo la drammaturgia si sviluppa in simbiosi con l'artista, poiché lo segue attraverso il suo percorso d'evoluzione. Risulta evidente che questa performance che si va a proporre allo Spazio Parini è in divenire, proprio perchè come le opere aumentano con il tempo e cambiano con la maturità, anche l'artista si pone nuove domande e indaga nuovi bisogni. Proprio per questo la scelta vira su Federica Bonelli pittrice, che interpreta sé stessa pittrice.
Alla base del lavoro sta la simbiosi dei linguaggi artistici della pittura e del teatro. Il quadro come concept di ogni atto; l'azione come spunto narrativo che apre alle numerosi riflessioni, dubbi e contraddizioni, su cosa si cerca dall'artista, su che criteri valutiamo il suo valore. La storia dell'artista, l'incisività della sua vita sull'opera, sono di per sé da considerare parte dell'opera stessa? L'ambiguità dell'atto teatrale poi traspone nella dimensione schizofrenica l'artista che, illuminato su un piedistallo, recita sé stesso, e piuttosto solo attraverso la scena puo' arrogarsi il dirittto di personaggio. 

Abbiamo tradotto una biografia d'artista sulla scena teatrale, e quetsa operazione ha posto numerosi interrogativi sull'importanza di quanto sia essa vera o falsa, poiché tutelata dall'aura del palco. In un periodo storico in cui qualsiasi piattaforma mediatica facilita, se non banalizza, il percorso per divenire un'icona, l'artista puo' essere sedotto dal culto dell'immagine, e in questo caso la propria, presto fruibile e astutamente costruita, che gioca con pochi dati biografici che affascinano, tramite lo scandalo e lo stupore. Ma allo stesso tempo potrà sentirsi frustrato dalla volubilità dell'opinione e dei desideri di un pubblico che cerca il talento ma vuole il fenomeno.

@2016 Spazio Parini - P.IVA 03659400133. Tutti i diritti riservati. Web Design Waytoweb